Blog

Le ultime novità del settore immobiliare

Bonus acqua potabile 2023, scopri come e quando richiederlo

Bonus acqua potabile 2023

I contribuenti potranno richiedere il bonus acqua potabile anche nel 2023. Si tratta di un credito d’imposta pari al 50% della spesa sostenuta fino a un massimo di 1.000 euro per le persone fisiche e di 5.000 euro per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni ed enti non commerciali

Cos’è il bonus acqua potabile

Il bonus acqua potabile, in vigore anche per il 2023, era stato introdotto con la legge di Bilancio 2021 e poi rinnovato per gli anni a seguire. Si tratta di una misura fiscale che vuole incentivare a ridurre l’impiego di plastica e lo spreco di acqua tramite un credito d’imposta usufruibile da chi installa un impianto domestico o aziendale che permetta di bere direttamente l’acqua del rubinetto.

Come funziona il bonus acqua potabile

Nel dettaglio, bonus acqua potabile 2023 copre le spese per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E290, per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.

Il credito d’imposta del bonus acqua potabile è del 50% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 1.000 euro per le persone fisiche e di 5.000 euro per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali. In sostanza, le persone fisiche possono ottenere un vantaggio fiscale fino a 500 euro, mentre l’altra categoria può arrivare fino a 2.500 euro.

Come richiedere il bonus acqua potabile

Per ottenere il bonus acqua potabile bisogna comunicare l’esatto importo delle spese agevolabili all’Agenzia delle Entrate. Per farlo si deve accedere alla propria area personale, poi alla sezione servizi e infine alla categoria agevolazioni, dove infine si troverà la voce credito d’imposta per il miglioramento dell’acqua potabile.

In alternativa, è possibile anche inviare una comunicazione predisposta in un file conforme alle specifiche tecniche presenti nella scheda informativa. In ogni caso, chi vuole beneficiare del bonus acqua potabile 2023 deve inoltrare la richiesta rispettando la scadenza prevista, nel periodo tra il 1° e il 28 febbraio 2023.

Per i privati, e in generale i non esercenti attività d’impresa in regime di contabilità ordinaria, il pagamento si effettua tramite sistemi tracciabili quali versamento bancario o postale o con altri sistemi di pagamento digitali.

https://www.facebook.com/keyimmobiliare

https://www.keyimmobiliare.com/blog-case-novita-immobiliare/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *